Visto che noi uomini siamo spesso presi dal panico nel momento del bisogno (moglie o fidanzata in vacanza, mamma fuori casa, lavanderia chiusa per ferie, ecc.) ho pensato di inserire questa piccola sezione nella quale descrivere i consigli fondamentali per lavare e stirare una camicia con buoni risultati:

LAVAGGIO

Oggi giorno si lava quasi esclusivamente in lavatrice e non esistono grandi consigli da poter dare in proposito: tenete la temperatura dell'acqua fra i 30 ed i 40°C, al limite rovesciate la camicia o avvolgetela in una federa per evitare che il contatto con il cestello d'acciaio possa in qualche modo rovinarla. Ad ogni modo state tranquilli, non è così facile rovinare una camicia di buona qualità. Relativamente ai colori utilizzate un detersivo per capi colorati in modo da preservarne l'integrità.

STIRATURA

  1. Dopo il lavaggio appendete la camicia su una gruccia per la prima fase di asciugatura
  2. Toglietela dalla gruccia quando ancora umida, sarà più semplice tutta la fase di stiratura: nel caso in cui fosse già asciutta inumiditela con un piccolo spruzzatore
  3. Riponete la camicia umida/inumidita in un sacchetto di plastica per circa mezz'ora in modo tale che l'umidità si diffonda uniformemente
  4. Cominciate la stiratura dalle maniche: lisciatele e partite dal centro; poi stirate dall'interno verso l'esterno, altrimenti è facile creare delle pieghe nel tessuto. I bordi vanno stirati per ultimi. Se utilizzate il braccio dell'asse infilateci la manica e passate il ferro su tutta la superficie. Le camicie con le maniche senza piega adrebbero riposte appese
  5. Un polsino semplice va stirato con il bottone rivolto verso l'alto; nel caso di polsino doppio procederete in maniera diversa: tenetelo ben teso, passate una prima volta con il ferro, poi piegatelo nella forma desiderata e stirate il bordo. Quindi ripiegatelo in due nel senso della lunghezza e stiratelo in modo che le asole combacino all'estremità
  6. Disponete il retro della camicia sull'asse da stiro, lisciatelo con cura e stiratelo. Fate attenzione alla piega centrale, dev'essere stirata in maniera uniforme. Disponetela pertanto sul bordo dell'asse da stiro in modo che resti parallela al lato lungo. Mantenete tesa la camicia mentre stirate la piega. Ripetete l'operazione anche per il davanti
  7. Stirate il colletto partendo dalle punte verso l'interno, per evitare che si creino pieghe sulla parte esterna, soprattutto se si tratta di colletti morbidi button-down. Rivoltate il collo e stirate anche la parte interna. Non è necessario stirare la piegatura.
  8. Ora stirate il fronte: disponete prima una metà al dritto sull'asse da stiro e stiratela. Se si tratta della metà destra con i bottoni, passateci intorno il ferro con molta cautela. Poi stirate l'altra metà
  9. Le camicie andrebbero riposte appese. Altrimenti è preferibile stirarne solo una alla volta da indossare non appena si sarà raffreddata. Nel caso in cui vogliate custodirle piegate seguite il prossimo paragrafo

PIEGARE UNA CAMICIA

Anche per questa operazione esistono alcuni consigli che potrebbero tornare utili:

  1. Dopo aver stirato la camicia lasciatela raffreddare per una mezz'ora su una gruccia; abbottonatela con accortezza e posatela sull'asse da stiro con il fronte rivolto verso il basso
  2. Ripiegate una delle due metà di lato (sovrapponendola alla parte centrale come si fa con una maglia) tenendo tesa verso l'esterno la manica; piegate all'incirca a metà della spalla
  3. Piegate quindi la manica verso il basso
  4. Ripetete il punto 2 per l'altro lato: la piega che nasce deve essere un angolo retto rispetto alla spalla per l'intera lunghezza della camicia
  5. Ripiegate la seconda manica
  6. Ripiegate il fondo della camicia sopra i polsini, poi piegate la camicia ancora una volta in modo che il fondo vada a combaciare con il colletto
  7. Girate la camicia e priponetela nel cassetto
 

 

BFS sas - via san martino, 7 - Varese -p.iva 02895530125