Quasi nessun altro accessorio tradisce la disinvoltura o l'insicurezza di un uomo come il fazzoletto da taschino. Soprattutto per quanto riguarda lo stile. Una persona insicura rifugge dall'uso della pochette. E' troppo vistosa, è difficile abbinarla nel modo giusto, finisce con il sembrare esagerata, risulta fuori luogo o fuori tempo.

Il dubbio più facile da dissipare è quest'ultimo. La pochette è indicata tutte le volte in cui si indossa la giacca. Quindi è corretta su un abito, ma anche su un blazer o una giacca sportiva. Non importa se si indossa la cravatta: pochette e cravatta non hanno alcun legame.

Per indossare correttamente una pochette è importante tener presente che questa deve legarsi in modo armonico con il resto dell'abbigliamento. Nel caso in cui si indossi una cravatta è più sensato ed elegante abbinarne il colore a quello della camicia, piuttosto che a quello della cravatta, al contrario di quanto si pensi. L'importante è che, nell'insieme, risulti piacevole.

La pochette non deve essere necessariamente tinta unita, anzi. Le pochette con disegni, pois o righe sono molto apprezzate e permettono di ottenere un maggior numero di combinazioni vincenti rispetto ad una in tinta unita.

In linea di massima la pochette di lino bianca è la Rolls Royce delle pochette. Sta bene ovunque ed è sempre elegantissima, soprattutto nelle occasioni formali in cui è vivamente consigliata. Per una giacca sportiva meglio ricorrere alla seta con disegni o al cachemire, a seconda della stagione, ovviamente.

LA POCHETTE E L'ABITO

Il fazzoletto da taschino, come visto sino ad ora, non ha rigide regole d'uso. Dunque anche nel caso di utilizzo con l'abito ci si può sbizzarrire senza troppe preoccupazioni. E' meglio, come già accennato, evitare di abbinare cravatte e pochette uguali, il risultato è noioso e tremendamente scontato. Inoltre non è affatto un tocco raffinato. La pochette deve riuscire a coniugare cravatta, camicia e giacca, unendoli come se fosse una sorta di ponte fra questi. Come ottenere il risultato ideale è questione di gusto personale.

Proprio tutto questo divide l'uomo comune dalla pochette. Nell'abbigliamento classico esistono spesso regole alle quali appellarsi, ma nel caso della pochette non è così. Dunque tutto sta a noi. E qui le cose si complicano. C'è chi, ad esempio, abbina la pochette al colore dei calzini e chi mescola disegni di vario tipo. E' corretto? Dipende. Visto l'insieme lo si può capire, non a priori. Potremmo dire che, come di regola generale, è meglio evitare l'effetto quadretto su quadretto o riga su riga, ma resta sempre una questione di singolo abbinamento. Rregole generali non ci sono.

Sperimentate dunque, provate e riprovate, inventate nuove combinazioni. Per ispirarvi potete usare l'arte, le mostre di arredo, la natura e molto altro. Buon divertimento.

 

Vai alla pagina successiva

 

 

BFS sas - via san martino, 7 - Varese -p.iva 02895530125